News SIR

Società Italiana di Reumatologia

Fare sport tutti i giorni logora le articolazioni? I consigli della SIR

Dopo i 60 anni ci sono sport più consigliati di altri

28 febbraio 2020 / Reumatologia

Roma, 28 febbraio 2020 - In realtà, una attività sportiva regolare favorisce la salute delle articolazioni e in parte consente di prevenire l’artrosi. Molto tuttavia dipende dalla quantità e dal tipo di sport che si pratica. Una maratona al giorno è sconsigliata, ma una corsetta di mezzora o un’ora di camminata portano solo benefici al nostro organismo. Anche l’età gioca un ruolo fondamentale. Dopo i sessant’anni ci sono sport più consigliati di altri, come la ginnastica dolce e le passeggiate. Maggior cautela invece per molte attività che si svolgono nei centri fitness come step e spinning. Se vi piace l’aerobica meglio scegliere quella in acqua che ha gli stessi benefici, ma comporta minore sovraccarico per ginocchia e caviglie. Le articolazioni del nostro corpo sono fatte per muoversi e se ciò non avviene soffrono. L’attività motoria è, quindi, la più efficace medicina per evitare una precoce degenerazione articolare.

L’artrosi è una patologia che interessa la cartilagine che ricopre i capi ossei a livello delle nostre articolazioni. “Quando questo tessuto si assottiglia e si frammenta ci sono ripercussioni sull’osso sottostante e questo meccanismo interferisce con il normale movimento dei capi articolari per cui possono comparire difficoltà nei movimenti - afferma il dott. Luigi Sinigaglia, Presidente Nazionale della Società Italiana di Reumatologia (SIR) -. Il primo sintomo che di solito si manifesta è il dolore dopo una prolungata attività dell’articolazione colpita. In seguito la sintomatologia può peggiorare e comparire anche dopo minimi movimenti che possono divenire limitati. Si tratta di una delle malattie croniche più frequenti e diffuse nel mondo. Ed è in costante crescita soprattutto tra la popolazione con più di 65 anni. In Italia un anziano su tre usa regolarmente farmaci antinfiammatori per la cura, tra gli altri disturbi, anche dell’artrosi”.

Il grave eccesso di peso è considerato uno dei principali fattori di rischio. “Favorisce l’artrosi soprattutto quella delle ginocchia, della regione lombare della colonna vertebrale e delle anche - prosegue Sinigaglia -. L’attività fisica può avere un ruolo protettivo perché contrasta l’aumento di peso , aiuta a conservare il tono muscolare e preserva la mobilità articolare. L’allenamento deve però essere commisurato all’età e tenere conto delle condizioni generali di salute della persona. Quando l’artrosi è presente l’attività fisica deve essere praticata risparmiando le articolazioni interessate. Ad esempio se l’artrosi interessa le ginocchia sono da preferire attività come la ginnastica in acqua o la bicicletta in cui il movimento articolare avviene in scarico, senza l’aggravante del peso corporeo”.