News SIR

Società Italiana di Reumatologia

Alimentazione: ecco sei ottime e salutari alternative al sale

Ancora eccessivo il consumo da parte degli italiani

8 febbraio 2019 / Salute e benessere

Roma, 8 febbraio 2019 - Gli italiani, d’ogni fascia d’età, consumano troppo sale. Secondo gli ultimi dati eccedono con l’uso ben il 90% degli adulti e il 91% dei giovani tra i 6 e 18 anni. L’eccesso di cloruro di sodio porta nel tempo ad un aumento della pressione arteriosa, una delle principali cause di malattie cardiovascolari. Non solo. Secondo recenti studi il sale favorisce l’insorgenza di malattie autoimmuni e reumatologiche. Ecco perché bisogna prestare molta attenzione alla nostra dieta di tutti i giorni. E’ possibile condire e insaporire i cibi con le spezie. Ecco quali sono le principali e che benefici comportano per la loro salute:

1. peperoncino, molto ricco di capsaicina, riduce la sensazione di dolore e contribuisce a proteggere cuore e prostata. È inoltre un prezioso alleato contro i fastidi dell’ulcera;
2. cannella, si può utilizzare anche per preparare alimenti non dolci, aiuta a mantenere le arterie sane e glicemia e colesterolo sotto controllo;
3. curcuma (o turmerico), ha dimostrato effetti benefici nella riduzione delle infiammazioni (es. artrite reumatoide) e, a quanto pare, anche nella protezione da alcune forme tumorali;
4. timo, si può utilizzare sia fresco che essiccato, con un notevole effetto antibatterico;
5. origano, ricchissimo di timolo e carvacolo, che hanno dimostrato un notevole effetto antiossidante e antibatterico;
6. aglio, malgrado il suo innegabile cattivo odore, questa pianta è in grado di sviluppare una potente azione antimicrobica e antifungina, riducendo anche il rischio di trombosi.